Dal ricettario della Frau Marlene di Campitello.

Marmellate e confetture - Pasticceria Marlene

Marmellate e confetture - Pasticceria Marlene

Cosa rende speciale il cibo tradizionale, quello fatto seguendo ricette che vengono da lontano e che stanno ripiegate in quaderni ormai logori dal tempo e dall’usura? Lo chiediamoa Marlene Boso di Campitello, titolare dell’omonima pasticceria. “Nelle ricette tramandate, quelle che ho imparato da mia madre, da mia nonna c’è la tradizione, la storia, le radici di una famiglia che si racconta attraverso il rito della preparazione e dalla scelta degli ingredienti che raccontano in genere della terra nella quale hanno le radici, penso alle mele, alle prugne, alla frutta in generale, ma anche a tanti altri sapori tipici”. Quante marmellate prepara ogni stagione? “Preparo con l’aiuto di mio marito Bruno,centinaia di chili di frutta per fare le confetture e nella scelta occulata della qualità della frutta sta il segreto per lariuscita poi di un’ottima confettura o gelatina”. Le mie ricettevengono da lontano nel tempo, dalla storia centenaria del maso della mia famiglia, racconta di donne intraprendenti, vivaci ma con il culto della cucina che legava le persone sedute attorno adun tavolo a sapori e piatti unici, dal gusto inconfondibile della terra in cui nascevano. Quel gusto lo si trova oggi immutatonelle mie ricette.

Articolo di Virna Pierobon

Tratto dalla rivista FN Fassa News – Inverno 2009/2010. Scarica la rivista FN Fassa News in PDF